Organizzare un matrimonio in campagna tra Marche e Abruzzo

Un matrimonio in campagna tra Marche e Abruzzo è una delle cerimonie che più di frequente mi trovo a realizzare come fotografo di famiglia

 


Grazie alla bellezza dei paesaggi naturali di queste regioni, per le cerimonie e per i successivi ricevimenti le location da sogno sono numerose, e molto variegate. Basta spostarsi di poche decine di chilometri per trovarsi a spaziare da casolari in collina a dimore storiche in alta montagna; da caratteristici borghi medievali a splendide residenze di campagna con affaccio sul mare.

Scegliere di organizzare un matrimonio in campagna, però, è molto più che una semplice questione di bellezza del paesaggio. Ci sono numerosi accorgimenti da considerare, e dopo anni di esperienza, vorrei condividerli con te.

 

1. Matrimonio in campagna tra Marche e Abruzzo? L’Armonia con la Natura


Che la location che vi ha fatto innamorare sia una villa o un agriturismo, che sorga su una collina o affacci sul mare, assicuratevi di scegliere decorazioni e luci che si sposino con l’ambiente circostante. Compatibilmente con lo stile che desiderate, preferite dove possibile allestimenti di materiali e colori che richiamino i paesaggi, creando armonia sia a livello visivo che per le emozioni suscitate. Un servizio svolto in una location studiata fin nei minimi dettagli aiuta a dare il giusto risalto agli sposi e i loro invitati, e permette al fotografo di concentrarsi sul catturare le loro emozioni con spontaneità.


2. Lo stile d’abbigliamento


Lo stile d’abbigliamento è un dettaglio fondamentale, che può fare la differenza nella riuscita della giornata e delle foto che la immortalano.
Scegliere cosa indossare è più di una semplice questione di dress code, e può essere di enorme aiuto a livello pratico: i tacchi a spillo che affondano nella terra morbida, ad esempio, possono mettere a disagio chi li indossa. Questo potrebbe avere un peso su quanto quella persona riuscirà a godersi con spensieratezza i festeggiamenti, cosa che inevitabilmente traspare anche all’interno del servizio fotografico.


3. Stagioni e imprevisti


Il bello di un matrimonio in campagna è poter vivere almeno parte dei festeggiamenti all’aria aperta. Per questo, le stagioni ideali sono quelle con un clima più mite e dove la natura è più rigogliosa e l’atmosfera bucolica viene risaltata. Il periodo perfetto va da primavera inoltrata fino a inizio autunno, quando le temperature consentono di non patire il freddo.
Un servizio fotografico con un simile scenario riesce a cogliere le sfumature più poetiche e intime, perfette per esaltare la complicità degli sposi.

 

4. La location ideale


Opta per luoghi che abbiano vasti spazi esterni attrezzati, e che siano dotati di altrettanto confortevoli ambienti interni. Uno spazio al coperto curato e luminoso è sempre un’ancora di salvataggio che permette di salvare il matrimonio (e l’umore generale!) in caso di imprevisti come la pioggia.

Dei molti luoghi magnifici in cui ho curato i servizi di matrimonio, mi sento quest’oggi di consigliartene due in particolare.

 

Villa Boccabianca, Cupra Marittima


Antica residenza nobiliare in stile rinascimentale, è stata costruita nella prima metà dell’800. Sorge sulla cima di una collina, frontale al mare e circondata da oltre 27 ettari di vigneti, uliveti, seminativi e boschi. È la quintessenza di tutto ciò che di bello offre la geografia marchigiana. Dotata di un magnifico giardino all’italiana e abbracciata da un parco secolare, offre tra le altre cose una piscina esterna, a completamento di questa cornice da sogno.

 Matrimonio in campagna tra Marche e Abruzzo

 

Villa Bonaparte, Porto San Giorgio


Universalmente riconosciuta come la più straordinaria location per eventi di Porto San Giorgio, questa maestosa residenza napoleonica è stata costruita a sua volta a inizio 1800. Nonostante ad oggi sia nota anche come Villa Pelagallo, mantiene il suo nome originale perché la villa fu commissionata all’architetto Ireneo Aleandri da Girolamo Bonaparte in persona, fratello di Napoleone.
Se gli interni sono caratterizzati dall’eleganza di marmi, stucchi e affreschi, gli esterni offrono scenari favolosi, con un giardino circostante di prato all’inglese decorato da palme rigogliose.

 Matrimonio tra marche e abruzzo

 

5. Il fotografo ideale


Quando si organizza un matrimonio lo si desidera perfetto, e questo, si sa, genera stress. L’unico modo per alleggerire il carico senza compromettere il risultato finale è quello di circondarsi di professionisti di cui si ha fiducia. Una figura fondamentale (e no, non lo dico perché sono di parte!) è quella del fotografo.
Quando una coppia mi affida un servizio di matrimonio, mi impegno a sollevarli il più possibile da ogni pensiero, ogni problema. Il loro giorno speciale dev’essere concentrato sulla felicità del momento, sulla possibilità di condividere la loro emozione con amici e parenti.
Un buon fotografo è una presenza non invadente, capace di cogliere l’attimo e immortalare la gioia nel cuore dei partecipanti, il divertimento dei festeggiamenti o la commozione di momenti più intimi, come il primo ballo, preservandone la spontaneità.
Solo in questo modo i ricordi rivissuti sfogliando il servizio di matrimonio, un giorno, saranno ancora vividi e positivi come appena vissuti.